Liguria esplorazioni

Apriamo questa pagina seguendo le esplorazioni di Laura (autrice di foto e testi di questa pagina) lungo la costa ligure. In questa regione,  l’unico itinerario che abbiamo al momento inserito è la stupenda Ciclabile dei Fiori. Il resto, sembra ancora troppo frammentato per superare i filtri che ci siamo imposti nello studio dei percorsi. Il lavoro di Laura è quindi doppiamente prezioso: una finestra sulla complessità di quella costa. Che sia di buon auspicio.

L’inverno è la stagione migliore per percorrere la costa ligure, il clima è ottimo. Unico neo le giornate corte.  C’è poca gente e poco traffico sull’Aurelia. Molti lavori in corso. Spingendo la bici si può sfruttare le passeggiate lungomare e i vicoli dei centri storici, praticamente deserti, almeno nei giorni feriali.

Porto Maurizio – Diano

21.1.24: Oggi sono stata ad Imperia e ho fatto un piccolo sopralluogo ai nuovi 8 km che si aggiungono, non ancora in maniera continuativa ed ufficiale, alla ciclabile vera e propria. Da Imperia Porto Maurizio, si procede per una strada costiera a senso unico. Chi proviene da est deve procedere sul marciapiede spingendo la bici per 500 metri. Nel borgo sul mare, molto carino e vivace, si snoda la “passeggiata degli innamorati”, solo pedonale.

Si supera il porto turistico ed il successivo parco Leonardo, che raggiunge il fiume Impero. Sull’argine sinistro c’è una ciclabile che porta in stazione. Al ponte successivo si incrocia la nuova ciclabile, ricavata dalla ex ferrovia, che si collegherà alla Ospedaletti – Borgo Prino. Bella ciclabile con 2 gallerie illuminate e con filodiffusione. Passa dietro Oneglia e si innesta sulla cosiddetta “Incompiuta”, che in 4 km raggiunge Diano Marina. Attualmente sono in corso dei lavori di ripristino e messa in sicurezza a seguito di una frana. E’ interamente percorribile, per ora, solo nei weekend.

Foto della esplorazione qui…

Diano – Finale

30-1-24: Il percorso da Diano a Finale, per circa 46 km, attraversa 13 paesi,  di cui 3 classificati tra i Borghi più belli d’Italia (Cervo-Laigueglia e Borgio Verezzi). Dei 46 km, sull’Aurelia ne avrò percorsi al massimo 10. Usciti da Diano, fino ad Andora, dopo il capo Mimosa, si pedala sulla statale, che per fortuna è abbastanza larga e poco trafficata. A San Bartolomeo, subito dopo Diano, sono evidenti i lavori di prolungamento della pista ciclabile sull’ex ferrovia. Alassio ha un lunghissimo, ampio e pedalabilissimo lungomare fino al porto, da cui con una ripida salita si risale sull’Aurelia all’ingresso di Andora.

Da Albenga, l’unica ad avere un entroterra pianeggiante, a Ceriale, c’è una strada che serve i campeggi lungomare. Costeggiando la ferrovia si evita l’Aurelia (non so come possa essere in alta stagione). Borghetto, Loano, Pietra Ligure e Borgio Verezzi si susseguono senza soluzione di continuità. In alta stagione quando non sarà più possibile pedalare sui lungomare, si potranno attraversare i centri storici e a Loano, il porto. Tra Pietra Ligure e Borgio Verezzi c’è una bella strada interna, percorribile in alternativa all’Aurelia. Da segnalare le grotte di Toirano, a Loano, e le grotte Valdemino a Borgio Verezzi. Prossima tappa: da Finale ad Arenzano, alle porte di Genova e al termine del Ponente.

Foto della esplorazione qui…

Finale – Arenzano

13-2-24: Quello che segue è il testo descrittivo della traccia da Finale ad Arenzano. Sono 46 km circa che completano il Ponente fino alle porte di Genova. Finale Ligure è costituito da tre nuclei principali, fino al 1927 comuni distinti: Finalmarina, Finalpia (o Finale Pia), sita sulla costa che conserva la struttura originaria della città e Finalborgo (uno dei Borghi più belli d’Italia), il capoluogo dello storico Marchesato del Finale, circondato dalle antiche mura quattrocentesche e sovrastato dai castelli Govone e San Giovanni). Un interessante museo archeologico che conserva le testimonianze delle oririgini preistoriche del territorio Finalese, anche detto “il Finale”, che si estende da Spotorno a Finale Ligure, entroterra compreso. Con le sue numerose grotte, dette “Arme” in dialetto ligure.

Con questa tappa cominciano le criticità legate alle lunghe percorrenze su Aurelia. Da Finale a Spotorno 12km circa, volendo evitare la statale (ci sarebbe la possibilità di proseguire con la ciclabile se l’ex ferrovia e le sue gallerie non venissero di fatto trasformate in parcheggi. Un’alternativa potrebbe essere la variante dell’altopiano delle Manie che da Finale sale in 4km a 255m slm, l’altopiano è la base di lancio dei parapendii che atterrano sulla spiaggia di Varigotti . 6km in cresta e poi altri 4 di discesa e si scende a Spotorno o a Noli.

Da Varigotti a Finale esiste un percorso di 6,5km segnalato lungomare del Santuario Pelagos, il santuario dei cetacei che percorrono questo tratto di costa. Usciti da Spotorno con una breve ciclabile si raggiunge Bergeggi con la sua isola e poi Vado Ligure e Savona che si attraversano su ciclabile ben evidenziata in colore rosso a terra per circa 6km fino alla fortezza del Priamar immediatamente prima dell’imbarco crociere di Savona.

Poi si torna sull’Aurelia, brutto tratto lungo il porto ma su largo marciapiede, fino ad Albisola, paese delle ceramiche. Albisola, Celle e Varazze si percorrono fino al 31 marzo sulle passeggiate lungomare e con Varazze termina la provincia di Savona. Alla fine dell’abitato di Varazze, attenzione a sinistra al km 560 della SS1 parte il percorso ciclopedonale del lungomare Europa per 6km fino a Cogoleto (foto da 20240131 (58)). Qui comincia una costa molto più rocciosa e selvaggia. Dopo Cogoleto si prosegue sul lungomare, ciclabile fino al 31 maggio, in provincia di Genova fino ad Arenzano, dove termina questo percorso nel parco della villa Pallavicino.

Foto delle esplorazioni qui…

Traccia GPX

Gli itinerari esplorati da Laura sono caricati nella mappa StudioGPX segue…

Bicitalia per Life Support

Bicitalia per Life Support: mezzo giro d’Italia. Sono una socia Fiab ormai da 20 anni e vivo a Torino, la città più inquinata della Pianura Padana e d’Italia. Amo il mare. Partendo da queste suggestioni, la mia idea è di percorrere in bicicletta la costa Tirrenica e poi l’Adriatica per ritornare a casa risalendo il Po.

Sarebbe un mezzo giro d’Italia ed il mio primo biciviaggio così lungo. Partendo dalla traccia della rete Bicitalia di Fiab, in questa fase di messa a terra del percorso mi sono imbattuta in TirrenicaZero.

Le criticità sono molte, fin dall’inizio. 2.000 km, non tutti pedalabili in tranquillità ed in sicurezza, per cui prevedo di utilizzare anche il treno.
Partirò probabilmente ad aprile, subito dopo Pasqua. Una pedalata dopo l’altra, l’itinerario mi porterà ad attraversare l’Italia, dalle coste tirreniche alle adriatiche, e molti dei loro porti.

Sostengo Emergency con una raccolta fondi in favore della nave Life Support. segue…

Raccomandazioni

> Prima di avventurarvi leggete le raccomandazioni. Impiegate cinque minuti ora nella lettura, per risparmiare sventure e contrattempi dopo. segue...

Extra

Ciclabile dei Fiori

Pensando alla futura Ciclovia Tirrenica, la Ciclabile dei Fiori è l’unica tappa che al momento ci siamo sentiti di proporre per la Liguria. Il resto della regione ci risulta ancora troppo complicato, almeno secondo i nostri parametri. Una volta arrivati ad Imperia, consigliamo di prendere un treno per raggiungere la prima tappa Toscana, che si sviluppa da Massa a Pisa.

> Gli itinerari già pedalabili lungo la futura Ciclovia Tirrenica, li abbiamo elencati in tappe. La presenza di alcuni tratti critici ci impedisce di offrire un percorso continuativo da Ventimiglia a Roma. Il risultato è comunque strabiliante e le foto che abbiamo raccolto pedalando lungo il Tirreno dovrebbero convincere anche voi.  segue... 

Percorsi in Liguria

> Elenco dei percorsi in Liguria segue....

Studio percorsi

> Come abbiamo individuato i tratti già pedalabili da Ventimiglia a Roma lungo la futura Ciclovia Tirrenica? Quali caratteristiche devono soddisfare per essere appetibili a un cicloturistaZERO? segue...

Un passo alla volta

> Proposte in bici di una mattinata, un giorno, un weekend, una vacanza intera... per saggiare le proprie capacità e alimentare esperienza e consapevolezza segue...

Tirrenica in treno

> Esplorare in treno+bici la futura ciclovia Tirrenica. Soluzione vantaggiosa per superare i tratti critici o spezzare le pedalate in più riprese. segue...

Partecipa anche tu

> Innamorat@ anche voi delle pedalate vista mare? Date una occhiata al progetto e alla squadra operativa. Partecipate con passaparola, proposte, feedback, ... Le amministrazioni non vedono le potenzialità della CicloVia? Mostriamo loro il contrario. Facciamo conoscere insieme la futura Tirrenica. segue...

Liguria esplorazioni
Tag: