Quali percorsi a lungo raggio, in Italia, sono accompagnati da un sito che li descriva tappa dopo tappa? Noi ne abbiamo trovati una decina. Speriamo il nostro elenco possa esservi d’aiuto nella ricerca sulla prossima vacanza in bici.

(la mappa sul PassaPorto Tirreno)

Cicloturismo e Unità d’Italia

Nel confezionare il PassaPorto Tirreno, ci siamo interrogati sulla opportunità di allargare l’orizzonte dei nostri pensieri. Nel capitolo seguente trovate elencati tutti i percorsi a lungo raggio in bici che, in Italia, si appoggiano ad un sito espressamente dedicato. Speriamo il nostro elenco possa esservi d’aiuto nella ricerca sulla prossima vacanza in bici.

Tutto nasce avendo davanti una mappa dell’Italia del 1798. Un paese eccezionale il nostro….. (ma) ricco di contraddizioni.  Ecco perché, se nella costruzione del PassaPorto Tirreno  avessimo riportato la piantina limitandoci alla costa tirrenica, avremmo perso tutto il resto. Un vero peccato.

La meravigliosa visione d’insieme, dalle Alpi alla Sicilia, al tempo stesso ci ha ricordato la complessità dei nostri territori. Stati del Re di Sardegna, Repubbliche Cisalpine, Italia Austriaca, Granducato di Toscana, Stato della Chiesa, Regno di Napoli, …. Alla fine del ‘700 il panorama era alquanto articolato. Dovremo aspettare quasi un secolo prima di arrivare all’Unità d’Italia.

A ben guardare, il cammino del Bel Paese è tutt’altro che concluso. Vecchio stivale, bello e maledetto. La ricchezza delle vedute diventa tutt’uno con la difficoltà di costruire un dialogo tra le parti. L’italica inerzia soffoca il rinnovamento.

Ne fanno le spese anche i percorsi CicloTuristici a lungo raggio. Una realtà consolidata oltralpe…. un miraggio dalle nostre parti, dove invece prevalgono liti di confine, rivalità tra comuni, regioni in contrapposizione.

Anzichè gettare la spugna, in attesa del tanto invocato italico cambio di passo, proviamo a tracciare un panorama, nella speranza di offrire qualche stimolo a chi sta pianificando la prossima vacanza in bici.

Nel tortuoso processo di unificazione, rallentato da campanili, orticelli e potentati vari, dal basso proponiamo il nostro piccolo contributo: la mappa degli itinerari cicloturistici a lungo raggio che già oggi vantano uno spazio online espressamente dedicato.

(alcuni scatti pedalando lungo il Tirreno)

Percorsi e siti internet

Perchè il vincolo di un sito? Abbiamo in Italia un patrimonio di meraviglie unico nel mondo…. che però, in assenza di narrazioni, prima ancora che infrastrutture, rimane isolato, abbandonato, a rischio speculazione. I tratti ciclabili già realizzati,  se esclusi da una visione d’insieme, possono risultare attrattivi solo localmente. Senza reti, servizi e riferimenti, il turismo in bici si muove altrove, anche a malincuore.

Chi ha provato a pianificare una vacanza in bici in Italia, probabilmente si sarà perso su internet prima ancora di partire. Quanti percorsi a lungo raggio  vantano un sito che proponga una visione di insieme, con informazioni aggregate, ordinate, aggiornate? Vi prego segnalateceli! Tranne poche eccezioni, per decidere dove indirizzare le ferie, noi ci perdiamo in un labirinto di siti, piattaforme GPS, pagine Facebook, video TikTok,  foto su Instagram, …

Fossimo in Germania, probabilmente saliremmo in bici con maggiore spensieratezza, fiduciosi di essere comunque accolti da una rete ciclabile ramificata e pettinata. Ma siamo in Italia. Voi partireste accontentandovi di una traccia GPX scaricata al volo mentre agganciate le borse al portapacchi? Rischiereste i vostri giorni di vacanza senza una blanda consapevolezza sulle criticità del percorso che avete scelto di seguire? Noi no.

Il cicloturismo rappresenta una forma di turismo di difficile analisi e perimetrazione, potendosi svolgere con gradi molto diversi di “profondità”, in funzione dell’utilizzo più o meno intenso che il turista fa della bicicletta. Proprio perché si tratta di un fenomeno sfuggente e variegato, definire il cicloturismo non è mai stata un’operazione semplice, neanche per gli addetti ai lavori. La più nota e sempre citata definizione ci viene fornita dall’ECF (European Cylists Federation) che intende il cicloturismo come “vista ed esplorazione dei luoghi a scopo ricreativo, di uno o più giorni, incentrata in modo prevalente e significativo sull’uso della bicicletta per finalità di svago”. (dal rapporto "Viaggiare con la bici 2023", ISNART/Legambiente)

Paletti e requisiti

Per quanto detto sopra, abbiamo provato a puntare i riflettori sui percorsi italiani cicloturistici a lungo raggio, che rispettano i seguenti paletti:

  1. uno sviluppo di almeno 200km: una media di 50 km al giorno si traduce  in un viaggio di 4 giorni; per noi è la soglia minima per ipotizzare una vacanza che motivi la gente a viaggi di avvicinamento dalle Alpi alla Sicilia (e viceversa). Ispirandoci alla rete Eurovelo (vedere capitolo avanti), puntiamo su percorsi lineari (al massimo ad anello). Escludiamo quindi dall’elenco gli “itinerari a reticolo”, perchè il panorama rischierebbe di sfuggirci di mano (“perchè loro sì e noi no?”).
  2. un sito (o app) di riferimento espressamente dedicato al percorso e  contenente tutte le info per partire (tracce gpx, descrizione, foto,…). Uno strumento essenziale, a nostro avviso, per un cicloturista in cerca di itinerari in Italia, dove i percorsi in bici spesso soffrono di precarietà, piccoli orizzonti, fragilità intrinseche, ….

Siamo quindi costretti ad escludere:

  • siti generalisti che raccolgono più percorsi: ce ne sono diversi e molto ben fatti, mossi da passione e dedizione…. Ma ce ne sono tanti altri realizzati solo per fare cassa con la pubblicità.  Non potendo noi discriminare in tal senso, preferiamo tagliare la testa al toro ed escluderli tutti (evitando la domanda: “perchè loro sì e noi no?”).
  • percorsi associati solo a pubblicazioni cartacee (libri, riviste, etc). Il mercato offre diverse pubblicazioni. Ma non tutte, a nostro avviso, sono nate per ciclisti. Vale quanto già detto sopra: “perchè loro sì e noi no?”. Tanto più che, oggi come oggi, creare un sito internet non è un compito così impegnativo, e  tra la cerchia dei conoscenti si può trovare qualcuno che possa aiutare in tal senso.

Elenco percorsi evidenziati

Con i vincoli espressi sopra, i risultati della ricerca sono assai modesti. Del resto, non pretendiamo esaurire l’argomento (girateci le vostre segnalazioni), nè sentenziare sugli itinerari tagliati fuori. Senza contare che esce fuori un bel minestrone, dove ai percorsi ufficiali si affiancano le iniziative dal basso. Ognuno si riferisca ai siti dedicati per valutare la bontà della proposta, prima di montare in sella.

Al momento  abbiamo individuato (da nord a sud):

  • Ciclovia Alpe Adria: da Salisburgo a Grado. Otto tappe per unire la città di Mozart al mare Adriatico, passando per le Alpi.  segue…
  • Via Francigena: oltre tremila chilometri da Canterbury a Roma e verso Santa Maria di Leuca.  segue…
  • Aida: 900 km dal Moncenisio a Trieste; dalla Francia all’Istria.  segue…
  • Via Postumia: da Aquileia a Genova utilizzando percorsi ciclabili e sentieri sterrati. segue…
  • Eroica permanente: 209 km nel cuore delle Terre di Siena attraversando il Chianti, le Crete Senesi e la Val d’Orcia. segue…
  • TirrenicaZERO: in bici da Ventimiglia a Roma lungo la futura Ciclovia del Mar Tirreno. segue…
  • Italia Coast to Coast: da Ancona ad Orbetello in 450 km e 9 tappe. segue…
  • Futura Ciclovia del Tevere: 444km dalle sorgenti al mare, attraversando quattro regioni e una capitale  segue…
  • Via dell’Acqua Assisi Roma: 250 km e 2.400 metri di dislivello positivo, dei quali 200 km su percorsi ciclabili già realizzati e su strade rurali. segue…
  • Via Silente: 600 km suddivisi in 15 tappe, attraverso l’intero territorio del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.  segue…
  • Ciclovia dei parchi della Calabria: 545 km tra l’Aspromonte, la Sila, il Pollino e le Serre. segue…
  • Sicily Divide: itinerario cicloturistico permanente da Trapani a Catania. segue…

Extra

PassaPorto Tirreno

> Un PassaPorto da portare con sè nelle pedalate lungo il Tirreno. Memoria di carta ed inchiostro della propria avventura in bici. Tappa dopo tappa, timbro dopo timbro. segue...

PGMC

Il Piano Generale della Mobilità Ciclistica (PGMC) definisce una strategia nazionale per realizzare, anche nel nostro Paese, un modello di mobilità integrata, multimodale e sostenibile, di cui la ciclabilità sia pilastro, insieme al trasporto pubblico, alla sharing mobility e alla pedonalità segue…

Rete Eurovelo

Seven countries and 7,237 kms to draw the largest GPS (bike) drawing in history, showing that bicycles will save the world! segue…

RCN Bicitalia

Bicitalia, proposto dall’associazione Fiab, individua “20 dorsali ciclabili” per circa 18.000 km. Rappresenta lo strumento che lega, e in molti casi ricuce, parti di territorio, unificando e integrando le diverse aree attraversate: insediative, naturali, paesaggistiche, agricole, culturali, storiche e archeologiche, attraverso territori costieri, collinari, lacustri, montani e di pianura più o meno conosciuti e altrettanto valorizzabili rispetto a quelli insediativi.

La RCN – Bicitalia, prevede “il recupero a fini ciclabili, per destinazione a uso pubblico, di strade arginali di fiumi, torrenti, laghi e canali, tratturi, viabilità dismessa o declassata, sedimi di strade ferrate dismesse, opere di bonifica, acquedotti, reti energetiche, cablaggi, ponti dismessi e altri manufatti stradali”.

La RCN – Bicitalia dovrà integrarsi con le altre reti ciclabili presenti nel territorio e con altre reti di percorrenza turistica di interesse nazionale e locale, con particolare attenzione alla rete dei cammini e sentieri, alle ippovie, alle ferrovie turistiche e ai percorsi fluviali, lacustri e costieri.

(dal sito ufficiale segue…)

Questionario Fiab 2023

Che cicloturista sei? FIAB presenta i risultati dell’indagine nazionale. Nella presentazione della ricerca emerge che oltre il 70% dei cicloturisti raggiunge la destinazione del viaggio in treno e più dell’80% ritiene fondamentale poter caricare le bici su treni e bus anche negli spostamenti durante la vacanza. Proviamo ad agganciare le risposte alle  11 tappe dei tratti già pedalabili della futura Ciclovia Tirrenica. segue…

Visione Tirrenica360

> Tirrenica360: visione di insieme con la traccia complessiva, gli itinerari già pedalabili e le foto sferiche scattate lungo la futura Ciclovia. Siete pronti ad immergervi a tutto tondo prima ancora di partire? segue...

Tappa dopo tappa

> Gli itinerari già pedalabili lungo la futura Ciclovia Tirrenica, li abbiamo elencati in tappe. La presenza di alcuni tratti critici ci impedisce di offrire un percorso continuativo da Ventimiglia a Roma. Il risultato è comunque strabiliante e le visioni raccolte pedalando dovrebbero convincere anche voi.  segue... 

ProgettoZERO

> Un progetto per provare, dal basso, ad aggregare informazioni per partire in bici lungo la futura CicloVia Tirrenica. In attesa di un sito ufficiale che ci lasci liberi di pedalare, aiutateci a rendere questo spazio utile a tutti coloro in cerca di itinerari da Ventimiglia a Roma (...e oltre) segue...

StudioGPX

> Come abbiamo individuato i tratti già pedalabili da Ventimiglia a Roma lungo la futura Ciclovia Tirrenica? Quali caratteristiche devono soddisfare per essere appetibili a un cicloturistaZERO? segue...

 

Il vostro contributo

> Innamorat@ anche voi delle pedalate vista mare? Date una occhiata al progetto e alla squadra operativa. Partecipate con passaparola, proposte, feedback, ... Le amministrazioni non vedono le potenzialità della CicloVia? Mostriamo loro il contrario. Facciamo conoscere insieme la futura Tirrenica. segue...

(Sterpaia a Follonica, dalla collezione fotosferica Tirrenica360... )